http://www.amazon.it/Risveglio-ebook/dp/B009GJRM7K/

“Jack Wright è un giovane architetto del 21° secolo, stressato dal lavoro e incatenato ai suoi obblighi verso la sua società.
Scoprirà molto presto che ciò che lo circonda, quello che ritiene reale, è ben differente da ciò che in realtà è. Scoprirà che gli umani sono prigionieri della società che si sono creati, per decreto dei signori dei piani.
Ma l’universo e i suoi diversi piani di realtà, non sono affatto un posto ordinato, anzi, sopravvive di un ordine precario e la guerra tra le specie che lo popolano è sempre più prossima.
Un antico signore viene liberato dalla sua prigione eterna. Ora sta per tornare sul suo seggio cosmico e minaccia di distruggere questo precario equilibrio e precipitare l’intero cosmo nel caos.
Jack Wright troverà il suo destino in questo ordine caotico?”

Link su goodreads:
http://www.goodreads.com/book/show/18392123-risveglio

Da tempo ho considerato questo romanzo come il mio “masterpiece”. Intendiamoci: non per la prosa.

Tutto è cominciato da questo autore, nel lontano 2005/2006,

http://www.amazon.it/Guardiani-della-notte-Chrysalide-ebook/dp/B008561RZ8/

, con la saga dei guardiani del giorno/notte/crepuscolo. Luk’janenko è stato un grande ispiratore per la mia opera; l’idea di fondo, è un mondo governato dalla “magia”, bene/male, ordine/caos, libertà/regole, con questi personaggi a vari livelli di “potere”, in grado di trarre la propria forza dal bene e dal male presente nelle persone, in eterno equilibrio per via del patto, dopo le innumerevoli e inconcludenti guerre.

Il romanzo allora è iniziato al contrario. Non inserirò spoiler né spoiler alerts (tutto sommato un centinaio di lettore la cui sensibilità potrebbe esserne urtata, ce li ho), per cui dirò soltanto che questo romanzo è iniziato con la scena finale.

Mi sono immaginato la battaglia finale, con il finale che chi lo leggerà potrà scoprire. L’ho pensata a lungo, l’ho ripensata a lungo … ogni volta si aggiungevano maggiori dettagli, su chi fosse il protagonista, che cosa fosse il protagonista, chi erano i loro antagonisti…

Infine è nato il romanzo, dopo aver raggiunto la “massa critica” di questo flusso di pensieri.

Per me, gli autori russi sono in qualche modo dei creativi con una potenza comunicativa non comune. Mi ricordo ancora Delitto e castigo di Dostoevkij, malgrado la difficoltà del pesante stile ottocentesco di questo autore, e la difficoltà di leggerlo, devo ammettere che è il romanzo che più mi rimase impresso, con la scena dell’uccisione della vecchia usuraia.

Ecco, da Luk’janenko ho tratto ispirazione, solo che nel mio universo, c’è una potenza primordiale, antica come l’universo stesso, che fluisce tra i diversi piani (ben 8 realtà alternative, popolate da esseri alieni con diversi gradi di consapevolezza, spesso in guerra tra loro). E gli umani hanno una storia travagliata.

Naturalmente in questo mio romanzo ho incluso anche Atlantide, mito della mia infanzia (e oltre, con tutti i libri che ho letto a riguardo – Atlantide è un mito dal fascino irresistibile).

Dal 2006, mi ci è voluto un anno – come tutte le mie opere più grandi – a scriverlo e portarlo a compimento. In origine il titolo era “Dio del male”, non prevedevo un seguito. Anni dopo, dopo almeno 4 revisioni, dopo che il mio stile e la mia conoscenza della lingua sono modificati nel corso del tempo, l’ho rivisto, corretto, tagliato e ricucito.

E infine non ho saputo resistere alla tentazione di continuare la storia, anche se un seguito sembrava impossibile (a meno di parlare di esseri che a colazione si lanciano le galassie in faccia per insultarsi).

“Dio del male” è diventato “Risveglio”, il primo testo del Multiverso. Il suo seguito (ancora nel cassetto e al momento pronto per essere rivisto, concluso ormai più di un mese fa), Ribellione, il secondo del Multiverso. Il terzo forse sarà Resistenza – è solo un’idea, tanto per avere una trilogia con il nome ridotto di R.R.R. o R^3 (ok, sto scherzando).

La parte più impegnativa è stata creare la copertina a dire la verità: google sketch up mi è venuto in soccorso, assieme all’onnipresente photoshop.

Annunci